2024. Le previsioni economiche dell’ufficio studi di confartigianato

da | 04 Gen 2024 | Artigianato, Lavoro, Novità, Studi | 0 commenti

Le prospettive per l’economia italiana nel 2024 ereditano dall’anno precedente una frenata del commercio internazionale e un aumento dei tassi di interesse senza precedenti nella storia dell’euro. Un prolungamento della restrizione monetaria e il ritorno di vigore delle regole europee di bilancio potrebbe delineare un quadro di politiche economiche restrittive. Una bassa crescita mette in discussione il profilo discendente del rapporto debito/PIL. Le imprese reagiscono tutelando il capitale umano e gli occupati salgono di quasi mezzo milione di unità in un anno, con una maggiore accentuazione nel Mezzogiorno. L’analisi sulle previsioni di crescita, sulle tendenze della congiuntura e le incognite delle politiche economiche è proposta nell’articolo ‘Il percorso a ostacoli per l’economia italiana nel 2024’ a firma di Enrico Quintavalle, responsabile dell’Ufficio Studi di Confartigianato, pubblicato su il Sussidiario.net che è possibile leggere al link: urly.it/3z91g

Nel corso dell’autunno si sono dimezzate le previsioni di crescita per il 2024, passando dal +1,2% della Nota di aggiornamento al DEF di fine settembre al +0,6% di Banca d’Italia di metà dicembre. In una fase di congiuntura debole, va in controtendenza una marcata crescita dell’occupazione, che ad ottobre 2023 consolida un prolungato ciclo espansivo, con 458 mila occupati in più (+2,0%) rispetto ad un anno prima.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *