IMPIANTI DI ALLARME. rIVOLGERSI ALLE AZIENDE CHE OPERANO CORRETTAMENTE ED EVITARE OFFERTE INGANNEVOLI

da | 28 Mar 2024 | Artigianato, Impianti, Lavoro, Norme e Leggi | 0 commenti

Recentemente l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha irrogato ad una nota azienda fornitrice di sistemi di allarme e relativi servizi, una sanzione di oltre 4 milioni di euro per condotte contrarie alle disposizioni del Codice del consumo. In particolare, la società ha svolto attività promozionale ingannevole attraverso vari canali di comunicazione, in particolare spot televisivi e cartellonistica. Tra le violazioni rilevate l’ostacolo al recesso dal contratto e le attivazioni automatiche dei servizi durante il periodo di ripensamento riconosciuto ai consumatori per legge. I consumatori, sottoscrivendo il contratto, non acquistavano il sistema e gli apparati di allarme proposti ma li ricevevano solo in comodato d’uso. Per il presidente di Confartigianato Elettricisti /Elettronici Toscana Romano Mati: “E’ essenziale per i cittadini rivolgersi ad aziende che operano correttamente: “Queste pratiche hanno suscitato le perplessità e le proteste degli operatori del settore, i quali si sono ritrovati a confrontarsi con una concorrenza sleale e scorretta nei confronti della committenza. Chi lavora nel campo degli impianti allarme-intrusione, ha da sempre informato la propria clientela circa la dubbiosità delle pratiche adottate dall’azienda sanzionata, mettendo in guardia sulle clausole ambigue e volutamente poco chiare. Finalmente l’Autorità preposta si è espressa, riconoscendo la fondatezza delle eccezioni avanzate dagli operatori del settore. Nessuno qui vuole esprimersi sulla qualità dei prodotti e sull’operatività invasiva di quei sistemi, argomento che richiederebbe un dibattito specifico, ma che i nostri colleghi conoscono alla perfezione”. Conclude poi Roberto Mati: “Il nostro dovere è quello di informare i cittadini-utenti in modo che le loro scelte siano fatte sulla base della conoscenza e della consapevolezza su quanto viene loro offerto, invitando tutti a rivolgersi sempre ai propri installatori di fiducia, diffidando di offerte poco chiare ed ingannevoli”.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *