Riforma della non autosufficienza. servono finanziamenti e la Modifica del decreto attuativo

da | 27 Feb 2024 | ANAP, Emergenze, Movimenti, Norme e Leggi, Riforme | 0 commenti

COMUNICATO STAMPA

Anap Toscana Galletti: “Servono finanziamenti per realizzare la riforma della non autosufficienza e il Decreto attuativo deve essere modificato”

ANAP, l’Associazione Anziani e Pensionati di Confartigianato Imprese, insieme alle altre associazioni che hanno sottoscritto il Patto per un Nuovo Welfare sulla Non Autosufficienza, ha proposto alcuni emendamenti al Decreto legislativo di attuazione della Legge n.33/2023, che sta facendo il suo iter in Parlamento dopo l’approvazione da parte del Governo.
Per Angiolo Galletti, presidente di ANAP Toscana: “La riforma è attesa da oltre vent’anni ed indubbiamente ha un impianto innovativo. Tuttavia, il provvedimento attuativo mostra alcune incongruenze e quindi chiediamo che venga modificato”. Per ANAP il testo del provvedimento mostra alcune lacune e non accoglie tutti i principi contenuti nella Legge 33. Per questo, ha elaborato un pacchetto di proposte di modifica dello schema di Decreto Legislativo. In particolare, destano preoccupazione la questione dei servizi domiciliari e quella dell’indennità di accompagnamento. Nel passaggio dalla Legge Delega al Decreto Attuativo viene cancellata la prevista riforma dell’assistenza domiciliare. Oggi gli interventi a casa, offerti per lo più dalle Asl, durano al massimo tre mesi.  La legge delega 33 conteneva una radicale riforma dell’indennità di accompagnamento. Nel passaggio al decreto, tuttavia, la revisione dell’indennità è scomparsa. Si prevede solo una sperimentazione della nuova prestazione universale, limitata nel tempo a due anni. Per avere diritto a questo intervento temporaneo, che lascia immutata la vecchia indennità e vi aggiunge ulteriori risorse (850 euro mensili), sono richiesti, non solo un elevato bisogno assistenziale ma anche ridottissime disponibilità economiche. “È urgente che vengano erogati finanziamenti aggiuntivi per attuare veramente la riforma dando risposte alle persone non autosufficienti. Le questioni importanti devono essere affrontate subito e non rimandate a futuri provvedimenti. Il decreto attuativo deve essere subito modificato nei punti dove disattende quanto previsto dalla legge delega”, conclude il presidente di Anap Toscana Angiolo Galletti.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *